Granfondo degli Squali

Nella splendida cornice dell`Acquario di Cattolica andrà in scena la prima edizione della Granfondo degli Squali.

Dopo il grande successo della prima edizione, lo staff della Granfondo degli Squali di Cattolica e Gabicce Mare è già al lavoro per organizzare il secondo, entusiasmante appuntamento, in programma il 15 maggio 2016. In collaborazione con il Velo Club Cattolica ed il Ciclo Team 2001 di Gabicce Mare, gli organizzatori di questa coinvolgente competizione ciclistica sperano di superare le già sorprendenti 1.400 iscrizioni registrate lo scorso maggio 2015.



L’edizione 2016 promette di essere ancora più sorprendente, e gli ingredienti ci sono tutti: oltre a disporre degli splendidi paesaggi che offre il territorio e del piacevole clima primaverile, l’organizzazione si avvarrà della preziosa collaborazione di enti pubblici (Comuni di Cattolica e Gabicce Mare, in primis) e consorzi privati, determinati a fare di questo appuntamento l’ennesimo fiore all’occhiello dell’offerta turistica locale.

Il consorzio Terrabici in Emilia Romagna, ad esempio, in occasione della Granfondo degli Squali riunisce gli sforzi di tutti gli attori locali, pubblici e privati, per promuovere l’eccezionale offerta cicloturistica di questo territorio. Una risorsa importante, inoltre, nell’ambito della manifestazione, è rappresentata dai Bike Hotel di Cattolica, un consorzio di dodici hotel che garantiscono ogni comodità ai partecipanti e alle loro famiglie e, in più, si prendono cura delle loro fidate biciclette, mettendo a disposizione servizi esclusivi e attenzioni di ogni tipo: Bike-rooms, un preparato team di meccanici e, in ottica gara, la classica colazione del campione! Partner d’eccezione, che dà in qualche modo il nome alla manifestazione, è l’Acquario di Cattolica, che nelle sue spettacolari vasche ospita per l’appunto anche alcune specie di squali. Ed è proprio in nome di questo animale che la Granfondo persegue anche una lodevole causa, puntando a sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti del drammatico problema delle stragi degli squali, che periodicamente si verificano nel mediterraneo e nei mari di tutto il mondo, ad opera di pescherecci che non rispettano lo status di specie protetta di questo animale.

Persino il vincitore del Tour de France 2014, Vincenzo Nibali, soprannominato non a caso “lo Squalo”, si è speso per questa causa, aderendo alla campagna “Squalo anch’io”. Lo stesso Nibali è uno dei tanti VIP di cui la Granfondo degli Squali può dirsi orgogliosamente amica, assieme, ad esempio, all’ex calciatore Fabrizio Ravanelli ed al pilota Giancarlo Fisichella, che non hanno resistito alla tentazione di partecipare all’edizione 2015.



Richiedi Informazioni

Età dei bambini
Note
privacy policy